sabato 25 febbraio 2012

STANCHINA...

Figlio lavati le mani prima di mangiare, che se appena arrivato!
Togliti le scarpe, quando entri, che sei venuto in treno eccheschifo.
Figlia quando starnuti, mettiti una mano davanti!
Non tossire in faccia a tuo nonno!
La camicia bianca, quella che mi hai messo da lavare un'ora fa? No, non è ancora pronta!
La tuta? No, stamattina la fata Turchina non è passata,  è ancora nella borsa che hai portato a casa ieri sera alle 9.
Tre vostri amici  stasera a vedere la partita? Certo! Tanto la nostra sala è Piazza d' Armi, non vi preoccupate per me, me ne andrò a letto, così domattina presto sarò bella sveglia per cercare il divano e le poltrone sotto le briciole che lascerete.
Anche a cena? Ma si! Invece di quattro, saremo in 7! Quasi il doppio, che differenza fa?

La mia amica divorziata mi telefona in lacrime, si sente sola, perchè un figlio sono tre settimane che non torna a casa dall'Università e l'altro è in gita scolastica in Germania.
Che gran botta di ehm...fortuna!!

8 commenti:

  1. Martina sei una grande!! I tuoi racconti mi fanno sorridere e non mi fanno sentire sola in questa quotidianità che a volte ti sommerge..sono piccole le mie ma credimi...IDEM!Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che a volte ti sommerge e a volte invece...pure! ;)) Un grande abbraccio anche a te e buona settimana!

      Elimina
  2. Martina...e tu non hai il cane da portare fuori?
    Io si!!!
    :)))

    RispondiElimina
  3. Sei fantastica... leggendoti immagino mia madre cosa deve aver passato con me e mio fratello... bacio!

    RispondiElimina
  4. Le mamme di una volta erano tutta un'altra cosa! ;)

    RispondiElimina
  5. Leggere i tuoi post mi mette allegria....e mi consola.
    baci claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Mal comune mezzo gaudio!;)
      Buona serata

      Elimina