domenica 26 febbraio 2012

E CHE ABBIA INIZIO...

Sole, temperature affabili, e profumo di sole, ultima domenica di febbraio, oggi c'è stata la "messa fuori" delle barche. A dirla così sembra una roba da niente, ma qui tanta gente ha origini marinare, radici che affondano tra la sabbia e il gorgoglio delle onde, le barche stanno al paese, come i pesci al mare, vi appartengono e sono tutt'uno. Rivederle fuori, dipinte di nuovo, lucidate con cura e devozione, alcune ancora coperte come a proteggerle dall'aria a malapena fresca, preparate ad accogliere una nuova estate,  fa parte del ciclo della vita del paese e della gente che lo abita, è rigenerante guardarle in fila, vanitose come delle star, in posa per farsi ammirare e per ricordarci che l'inverno è quasi passato e una nuova stagione sta per arrivare fuori e dentro di noi.

4 commenti:

  1. ...e noi aspettiamo la bella stagione con ansia!! Bello questo tuo post intriso di vita e tradizioni!
    Buon lunedì,
    Grazia

    RispondiElimina
  2. Eccome se aspettiamo la bella stagione! Buona settimana...

    RispondiElimina
  3. "L'inverno si trasforma sempre in primavera!", non solo a livello di clima e temperature...ma anche nel nostro animo... che bel momento!un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbraccio virtuale ricambiato! ;))

      Elimina